Sintomi della Gravidanza nelle prime settimane (1° e 2° settimana)

La prima settimana di gravidanza inizia il primo giorno dell'ultimo ciclo. Se rimani incinta durante questo ciclo, questo è l'inizio del tuo primo mese di gravidanza.

Quanto dura una gravidanza e cosa succede nelle prime settimane

La gravidanza durerà per circa 40 settimane o 10 mesi, durante i quali il tuo bambino crescerà costantemente e riceverà tutto ciò di cui ha bisogno per sopravvivere una volta fuori dal tuo grembo. Dopo 38-42 settimane, si verificherà un processo naturale che porterà tuo figlio a nascere e a separarsi dal tuo corpo.

Tuttavia, la gravidanza non si divide solo in settimane e mesi, ne parliamo anche in termini di trimestri, ognuno dei quali dura tre mesi. Ciò significa che una gravidanza normale è composta da tre trimestri, con l'ultimo che precede il parto. Le settimane dalla 1° alla 13° costituiscono il primo trimestre, le settimane dalla 14° alla 27° costituiscono il secondo trimestre e il terzo trimestre inizia dalla 28° settimana e termina alla nascita del bambino.

Fecondazione: dall'ovulazione all'impianto

Nella 1° settimana (cioè la prima settimana del nuovo ciclo), inizia il ciclo mensile. Ogni ciclo inizia con il ciclo, che sarà lungo e intenso come ogni altro mese. 

Tutti questi processi sono controllati dagli ormoni femminili, che hanno lo scopo di consentire agli esseri umani di riprodursi e di garantire la nostra sopravvivenza come specie. Poiché questi processi non sono sempre infallibili, le donne che vogliono avere un bambino dovrebbero essere consapevoli di alcune cose e cercare di introdurre maggiore calma nella loro vita quotidiana.

Nella 2° settimana, i tuoi ovuli maturano nelle ovaie e il rivestimento dell’utero si ricostituisce gradualmente (dopo essere stato espulso durante il tuo precedente ciclo). Il rivestimento deve ricostruirsi in modo che l'uovo possa essere impiantato al suo interno una volta che è stato fecondato. Le donne in età fertile seguono questo processo ogni mese, anche se non vogliono rimanere incinta, quindi se non vuoi avere un bambino, usare la contraccezione è estremamente importante. Potresti pensare a questo processo come al "cambio delle lenzuola": il tuo corpo fa tutto il possibile per prepararsi nel caso in cui il tuo utero abbia bisogno di nutrire un uovo fecondato per un certo numero di mesi. Se sei una donna che vuole rimanere incinta, puoi contribuire per aiutare questo processo. Con l’arrivo e il progredire delle mestruazioni, il dolore si attenua e il flusso si riduce fino a scomparire.

Alla fine della seconda settimana, circa 14 giorni dopo l'inizio delle mestruazioni, molte donne avvertono un dolore netto sul lato sinistro o destro o al centro del corpo durante l'ovulazione. Il fatto che il dolore sia da un lato piuttosto che dall’altro ti dice semplicemente quale ovaia ha rilasciato l'uovo. Il dolore, che può essere anche intenso, è causato da una breve irritazione della membrana addominale.

Come prepararsi alla gravidanza e rimanere incinta

Gli ovuli che maturano ogni mese per essere fecondati vengono preparati a questo scopo tre mesi prima di essere rilasciati dall’ovaio. La maturazione può avvenire solo se si ha un ciclo ormonale stabile e un corpo sano, perché questo processo richiede grassi oltre agli ormoni, le vitamine e i minerali. Per questo motivo, una dieta equilibrata che contenga abbastanza grassi buoni è fondamentale per produrre un ovulo in grado di essere fecondato.

Un altro fattore chiave è uno stile di vita bilanciato che includa un sano equilibrio tra sforzo e rilassamento. Ciò manterrà i tuoi livelli ormonali stabili ed è il modo migliore per aumentare le tue possibilità di avere un bambino, oltre – ovviamente - ad avere rapporti sessuali regolarmente durante il periodo dell'ovulazione.

Un suggerimento ulteriore per una donna che vuole intraprendere una gravidanza è quello di assumere acido folico, che viene definito la “vitamina delle mamme” per eccellenza.

I primi sintomi della gravidanza

Sebbene non ci siano sintomi medici o segnali di gravidanza immediatamente dopo la fecondazione, le donne hanno spesso un istinto che suggerisce loro che qualcosa è avvenuto. Potresti notare uno stato d'animo che non hai mai provato prima, in cui ti senti felice e soddisfatto come se avessi completato un compito importante. Tuttavia, questo da solo non è un segno garantito di gravidanza.

I possibili sintomi a inizio gravidanza sono generalmente suddivisi in tre categorie:

Se noti questi segnali, è possibile che tu sia incinta:

  • Stanchezza
  • Seni doloranti
  • Nausea
  • Un sapore metallico in bocca
  • Dolore addominale 


Se noti questi segni, è probabile che tu sia incinta:

  • Capezzoli sensibili e areole scure 
  • Nausea e vomito ricorrenti
  • Temperatura costantemente più alta


Se si verificano questi sintomi, puoi quasi certamente presumere di essere incinta: 

  • Non ti arriva il ciclo 
  • Nausea costante 
  • Seni doloranti e capezzoli sensibili 


La certezza medica è invece stabilita da:

  •  Rilevazione dell'ormone della gravidanza hCG nelle urine o nel sangue
  •  Conferma tramite ecografia eseguita da un medico 


I singoli sintomi dei primi due elenchi di segnali non ti diranno con certezza che sei incinta, ma potrebbero portarti a sospettarlo. Solo se si verificano più sintomi contemporaneamente i tuoi sospetti aumenteranno, in tal caso un test di gravidanza potrebbe essere una buona idea.

Una volta che sei certa di essere incinta, puoi calcolare la data presunta del parto. La formula è semplice: primo giorno dell'ultimo ciclo - 3 mesi + 1 anno.

Può essere calcolato in modo più semplice e veloce con il calcolatore della gravidanza di HiPP.

Le dimensioni del feto nelle prime settimane

Ecografia 1° settimana: nella 1° e 2° settimana non c'è ancora nulla da vedere dell'embrione, poiché il tuo bambino diventa visibile quando inizia a svilupparsi nel tuo grembo. A partire dalla   3° settimana di gravidanza diventa un embrione molto piccolo che può essere visto durante un'ecografia

Come cresce il tuo bambino nelle prime due settimane di gravidanza

"Embrione" significa un figlio non ancora nato e il termine è usato per descrivere l'ovulo fecondato dalla 4° settimana di gravidanza . Dalla 10° settimana circa, quando tutti gli organi vitali si sono formati, smettiamo di riferirci a tuo figlio come a un embrione e iniziamo a usare invece la parola feto.

Potresti usare un soprannome per il bambino non ancora nato nella tua pancia – sbizzarrisciti con i nomi carini, sarà divertente! Sebbene "embrione" e "feto" siano i termini medici corretti, qui parleremo invece del tuo bambino/nascituro, del tuo piccino ecc.

Ora l'ovulo, che è maturato in modo che possa essere fecondato dallo sperma maschile, ha una dimensione compresa tra 0,11 mm e 0,14 mm in questa fase, il che significa che non può essere rilevato senza l'uso della tecnologia. È così piccolo eppure contiene tutte le tue informazioni genetiche ed è quindi una parte estremamente importante dello sviluppo dell'embrione.

Cosa fare e cosa non fare nelle prime settimane di gravidanza

Cosa fare:

  • Ciclo: tieni traccia del tuo ciclo, determina i tuoi giorni fertili.
  • Dialogo: inizia a prepararti per quello che stai per affrontare e approfitta delle esperienze di altre donne incinte. 
  • Tieni un diario: scrivi un elenco delle tue attività preferite, quelle che ti fanno sentire bene e che ti piace fare. Ti aiuteranno durante la gravidanza e potranno contribuire a ridurre i livelli di stress. 

Cosa non fare:

  • Stimolanti: riduci gli stimolanti (ad esempio nicotina, alcol e caffeina), se pianifichi una gravidanza.
  • Ansia: per quanto ti è possibile, cerca di stare tranquilla e di affrontare con pazienza queste settimane di incertezza.

 

Domande per il tuo medico o l'ostetrica

Anche prima dell'ovulazione e prima di sapere con certezza di essere incinta, le donne che vogliono avere un bambino hanno infinite domande. Il medico o l'ostetrica possono aiutarti con le tue preoccupazioni più grandi. Le ostetriche presso i consultori familiari possono essere un valido aiuto, spesso gratuito, in queste prime fasi. Ti possono confermare se sei incinta o meno, indicarti di quale documentazione avrai bisogno ed eseguire quasi tutti i controlli necessari, come misurare la pressione sanguigna, misurare il tuo peso, suggerirti i test da farti prescrivere, determinare la posizione e le dimensioni del tuo bambino e controllare che il battito cardiaco sia sano. 

Calcolo dell’ovulazione e dei giorni fertili

Se hai familiarità con ciò che accade nel tuo corpo, potresti aver notato i sintomi che suggeriscono che stai ovulando. Avrai comunque voglia di sapere esattamente quando è il momento giusto per provare a concepire. Ci sono diversi modi per sapere con un alto livello di certezza quando stai ovulando. Ogni mese il tuo corpo prepara il tuo utero nel caso in cui uno dei tuoi ovuli venga fecondato, in modo che possa essere impiantato nella parete dell'utero. 

 

Prima di ciò, un uovo matura in una delle tue ovaie e viene rilasciato tra 14 e 17 giorni dopo il primo giorno del ciclo, un processo chiamato ovulazione.Un modo per capire esattamente quando questo si verifica è misurare la temperatura basale. La temperatura corporea basale di una donna aumenta quando ovula e rimane più alta del solito fino al termine dell'ovulazione, e puoi misurare questa temperatura usando un termometro speciale che indica due cifre decimali. 

Un metodo altrettanto affidabile è contare i giorni dopo il primo giorno del ciclo. Fare questo, oltre a misurare la temperatura corporea basale (i cui valori possono essere tracciati in un grafico a curva), ti aiuterà a sapere con certezza quando stai ovulando. Puoi anche utilizzare il nostro calcolatore di fertilità per il calcolo dei giorni Fertili.

Quando avere rapporti per rimanere incinta?

 Il momento migliore per avere rapporti è due giorni prima dell'ovulazione. I livelli di pH nella tua vagina e le secrezioni della tua cervice sono ideali per consentire allo sperma maschile di passare attraverso le tube di Falloppio nel periodo in cui stai ovulando. Lo sperma può sopravvivere ed essere in grado di fecondare un ovulo per circa 48 ore dopo essere entrato nel corpo di una donna.

Poiché di solito non sai esattamente quando stai ovulando, "dovresti" avere rapporti frequentemente durante i tuoi giorni fertili se vuoi aumentare le tue possibilità di rimanere incinta - più frequenti sono i rapporti, maggiori sono probabilità. Fatto interessante: anche se una coppia sana e fertile ha rapporti durante i giorni fertili della donna, la probabilità di rimanere incinta è solo del 25%! Quindi non rimanere troppo delusa se non funziona la prima volta. Molte coppie passano mesi a provare prima che accada.

Nella prima settimana di gravidanza la tua pancia non sarà ancora visibile, ma potrai percepirla gonfia come durante il ciclo mestruale.La tua gravidanza è appena iniziata! Scopri come prepararti alle prossime settimane.

Informazioni sull'autore:

Juliane Jacke-Gerlitz è un'infermiera certificata. Da più di dieci anni lavora nel campo della consulenza alle madri e per l'allattamento. Attualmente lavora come scrittrice medica e consulente psicologica. Juliane Jacke-Gerlitz è sposata da 22 anni, è madre di otto figli e vive con la sua famiglia a Halle.