Menu

Quando e come smetto di allattare al seno?

Sarai tu insieme al tuo bambino a decidere quando smettere di allattarlo al seno. Non esiste un momento ben preciso. Alcuni bambini desiderano essere allattati più a lungo di quanto la loro mamma intenda fare. Ma nel prendere questa decisione saranno determinanti le tue esigenze personali. 

Per crescere il bambino ha bisogno di introdurre nella sua dieta alimenti complementari al latte materno, ma  non prima del quarto mese e al massimo entro l’inizio del settimo mese. Sostituire gradualmente una poppata al seno con una pappa è il modo più naturale per smettere di allattare. 

Naturalmente puoi continuare ad allattarlo, sempre che tu e il tuo bimbo ne abbiate voglia. Se sei invece costretta a interrompere l’allattamento o intendi farlo, sostituisci molto gradualmente una poppata con latte formulato per lattanti. 

Se il tuo piccolo rifiuta il latte artificiale o la tettarella, prova riempiendo il biberon con il latte tirato dal seno o bagnando la tettarella con un po’ del tuo latte. 

Quando il bambino si sarà abituato al biberon, potrai passare al latte formulato. La produzione di latte diminuirà quando il piccolo prenderà meno latte dal seno e quando tu ridurrai l’assunzione di liquidi.

Importante:

L'allattamento è la forma migliore e più economica per nutrire il tuo bambino e allo stesso tempo costituisce una buona protezione contro le malattie. Un allattamento frequente è il modo migliore per stimolare la secrezione lattea. Durante la lattazione bisogna fare attenzione a mangiare in modo equilibrato e a sufficienza. La decisione di non allattare è difficilmente revocabile. L’utilizzo complementare di latti formulati può pregiudicare la riuscita dell’allattamento. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda l’allattamento al seno in maniera esclusiva fino al compimento del 6° mese di vita.  Rivolgiti al reparto maternità o al pediatra per un consulto.