Menu

Consigli per il sonno del tuo bambino

Negli ultimi mesi della gravidanza non è sicuramente facile avere un sonno riposante, ma nel corso del primo anno di vita del vostro bambino diventa ancora più difficile. È del tutto normale! Durante i primi mesi di vita i bimbi, avendo fame anche di notte, si risvegliano.

Non dimenticare però mai le tue esigenze! Anche tu hai bisogno di energia per affrontare gli impegni quotidiani e per poter trascorrere una giornata attiva e varia assieme al tuo bambino.

Attivi durante il giorno per riposare meglio di notte

Durante le ore diurne i bimbi vogliono interagire: mangiare, guardarsi intorno, afferrare, ascoltare, essere portati a spasso e giocare. Quando il tuo bambino però non ne ha più voglia, gira la testa dall’altra parte, sbadiglia e si stropiccia gli occhi, concedigli una pausa. Non deve per forza essere una pausa di sonno, spesso sono sufficienti anche brevi pause di coccole e di riposo a occhi aperti.

Molti bambini, dopo il compimento del sesto mese, necessitano di soli due riposini di circa 90 minuti, uno di mattina e l’altro di pomeriggio. Per i bambini di più di un anno spesso è sufficiente un solo sonnellino pomeridiano di circa un’oretta. 

Non fare della notte il giorno

Se il tuo bimbo si risveglia di notte, rimani calma. Fai in modo che ci sia luce soffusa ed evita rumori forti. Non sollevare subito il bambino dal lettino ma parlagli con un tono tranquillizzante oppure cantagli a bassa voce una ninna nanna che conosce.

Dopo i sei mesi circa molti bimbi riescono a trascorrere la notte senza dover consumare un pasto notturno regolare. Quando il tuo bambino si risveglia di notte, cerca di capire se il motivo del suo risveglio è davvero la fame o se forse sta cercando il seno o il biberon per addormentarsi. Se ha davvero fame, accertati che il pasto serale lo abbia saziato a sufficienza. In caso contrario cerca di ritardare la cena..

Abitudini e rituali

Per avere un buon ritmo di sonno è necessario innanzitutto avere un ritmo sano durante la giornata. Questo comporta tra l’altro una certa regolarità nei pasti in base all’età del bambino. Già nei primi mesi di vita puoi stabilire un orario fisso per il pasto della sera aiutando così il tuo bambino a sviluppare il ritmo giorno-notte.

I rituali per addormentarsi aiutano il bimbo a prepararsi al momento di andare a nanna. Metterlo a dormire sempre alla stessa ora e seguire lo stesso rituale serale sono gli espedienti migliori per farlo addormentare. Rumori, trambusto e tutte le altre attività più movimentate riservali per il primo pomeriggio. Annuncia l’arrivo della sera sfogliando insieme un libro illustrato, facendo giochi con le mani o regalando al tuo bimbo un po’ di coccole sul divano. Poi si va in bagno, ci si lava i denti e a letto. Rimani qualche minuto accanto al suo lettino, cantagli una ninna nanna o leggigli una fiaba e non dimenticare il bacino della buona notte.

Fai addormentare il tuo bimbo sempre nello stesso posto. I pediatri raccomandano di metterlo a dormire, sin dalla nascita, nel suo lettino accanto a quello di mamma e papà. Così, quando si risveglierà durante la notte, accorgendosi che l’ambiente circostante è a lui familiare, riuscirà più facilmente a riaddormentarsi senza dover ricorrere all’aiuto dei genitori. 

Ricerca di prodotti svezzamento