Input del bilancio ambientale

L'uso di energie rinnovabili

Oltre l'80% dell'energia impiegata presso lo stabilimento di Pfaffenhofen proviene da fonti energetiche rinnovabili. Dal 2001 l'intero stabilimento HiPP copre il suo fabbisogno di calore, acqua calda e vapore ricorrendo all'impiego di biomasse. La corrente elettrica proviene al 100% da "corrente verde" con bilancio C0² neutrale, prodotta da centrali idroelettriche. Dal 2000 sono stati realizzati 6 progetti solari che, su una superficie di 436 m² di collettori, producono un totale di 52.800 Kwh/a di energia solare. Tutti i rifiuti organici vengono smaltiti in impianti agricoli di biogas, che producono 2 milioni di kwh di corrente l'anno.

Grazie alla coltivazione biologica proteggiamo il terreno e le acque del sottosuolo.

La gestione agronomica garantisce sicurezza già durante la fase della coltivazione

HiPP è la più grande azienda mondiale di trasformazione di materie prime biologiche. Oltre 6.000 agricoltori di diversi Paesi sono coinvolti nella produzione di frutta biologica, verdura biologica e carne biologica per HiPP.

L'acqua: un tesoro della natura e fonte di vita

Il problema della scarsità di acqua potabile assume dimensioni sempre maggiori. I tempi in cui l'acqua era considerata una fonte inesauribile volgono ormai al termine. Per questo l'acqua, al pari di tutte le altre risorse finite, non va sprecata. Sia il settore industriale sia i singoli consumatori sono chiamati ad adottare tecnologie a basso consumo idrico ed evitare sprechi inutili.

HiPP ha riconosciuto ben presto questa necessità avviando misure ad hoc. Ciò ha permesso di ridurre il consumo di acqua dai 22,8 m3 per tonnellata di prodotto nel 1971 ai 7,5 m3 nel 2011. Questo è il risultato, tra l'altro, dell'ottimizzazione dei cicli d'acqua nella produzione. HiPP cerca, per quanto possibile, di utilizzare l'acqua più volte.